Al momento stai visualizzando Seminario – “Medicina Digitale e Prevenzione di Precisione: sfide ed opportunità per i settori Sanità ed Agroalimentare”

Seminario – “Medicina Digitale e Prevenzione di Precisione: sfide ed opportunità per i settori Sanità ed Agroalimentare”

Venerdì 9 giugno 2023 ore 9,30 – Camera di Commercio di Bari – Sala Azzurra

MEDICINA DIGITALE e PREVENZIONE di PRECISIONE sono le nuove parole chiave per il mondo della Sanità, così come SALUTE e SOSTENIBILITÀ lo sono per il settore Agroalimentare, secondo pilastro, dopo la Meccanica, della Manifattura Italiana. Di questi nuovi concetti innovativi si dibattuto nel seminario nazionale organizzato da Confimi Industria Bari insieme a Confimi Sanità e Confimi Alimentare il 9 giugno, presso la sede della Camera di Commercio di Bari. Il seminario, introdotto da Alfonso Cialdella e Riccardo Figliolia rispettivamente Presidente e Segretario Generale di Confimi Industria Bari e del Centro Studi Intrapresa, ha visto la partecipazione di Alessandro Tatone Presidente Nazionale di Confimi Industria Alimentare e di Massimo Pulin Presidente Nazionale di Confimi Industria Sanità. Sono intervenuti nel dibattito, moderato da Francesco Cannone Presidente di Confimi Salute Bari, Marilia Tantillo e Filomena Corbo dell’Università di Bari e Giuseppe Castellano dell’Università di Milano.

Sono seguite le testimonianze di Michele Zema di CSQA e degli imprenditori della neonata Sezione Salute di Confimi Bari Fabio Sallustio, Nicola Favia, Claudio Lopriore e Giuseppe Di Giuseppe.
Ne è emerso un quadro nel quale la Telemedicina è una risorsa di grande valore che può migliorare la qualità della vita dei pazienti e ridurre la spesa sanitaria, grazie alle tecnologie ict, alle terapie digitali e ai dispositivi elettromedicali smart di ultima generazione, valorizzando in chiave di medicina territoriale la capillare presenza del sistema delle farmacie, attraverso le innovative funzioni di medicina predittiva e di precisione.
Le conclusioni sono state affidate a Rocco Palese Assessore alla Salute della Regione Puglia.

Rispondi